Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza sul nostro sito. Utilizziamo inoltre anche cookie di parti terze. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti automaticamente all’utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

  • 1
  • 2

AEB Campo estivo 2016

Ai campeggi estivi inclusivi come per esempio quelli organizzati dai „Kinderfreunde“ o altri vengono ammesse persone minorenni con disabilità (bambini e adolescenti) solo fino ad una certa età. Per contrastare il fatto che questi giovani adulti, così come tutti gli adolescenti, non siano costretti a passare il periodo estivo a casa, dato che molte strutture durante il periodo estivo sono chiuse, e cosicchè le loro famiglie e genitori che lavorano possano passare questo periodo nel modo meno opprimente possibile e quindi spensieratamente, l’AEB ha organizzato durante l’estate 2016 il progetto “Campo estivo”.

 

Per la realizzazione di tale progetto l’AEB ha trovato due partner importanti, da una parte l’Agenzia per la famiglia per quanto riguarda il finanziamento e la Lebenshilfe per l’organizzazione concreta dei campi estivi. I locali sono stati messi a disposizione gratuitamente a Bressanone da parte delle Sorelle Terziarie, a Siusi dal Centro giovanile „Allesclub“, a Brunico dalla Parrocchia di Santa Maria Assunta, a Ortisei dal laboratorio protetto „Locia“, a Merano dalla struttura „Pastor Angelikus“ e a Vipiteno dalla Lebenshilfe.

 

Gli adolescenti hanno trascorso il loro tempo libero (in totale 53 giorni) dal lunedì a venerdì, dalle ore 8-9 ca. alle ore 17 accompagnati da 31 assistenti facendo passeggiate, escursioni, frequentando la piscina o il lago e visitando musei o biblioteche. Inoltre hanno svolto attività ludiche, bricolage, pittura, danza, e guardato dei film. Durante i campi estivi sono state proposte anche la terapia di ciotole tibetane e la musicoterapia.

 

La presidente dell’AEB, Ida Psaier, sottolinea che già da tempo all’interno dell’AEB si è manifestata l’esigenza, di mettere a disposizione un servizio per il tempo libero a tutela delle persone con un maggiore bisogno di assistenza. Le innumerevoli adesioni a questo progetto e il feeback positivo da parte dei sei campi estivi svolti durante l’estate 2016 confermano questa concreta necessità. Per questo motivo siamo contenti e reputiamo importante proporre questo progetto anche nei prossimi anni.

  

Ulteriori informazioni:

AEB – Associazione genitori di

https://www.a-eb.org/it/alle-inhalte/186-“campo-estivo“-–-assistenza-giornaliera-2016.html

Via G.-Galilei 4/a, Bolzano

0471/289100; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.a-eb.net

 

 

Ringraziamo in anticipo per:

5 Permille: Codice fiscale: 80024700215

una donazione! Cassa Rurale Gries: IBAN: IT56Y0808111601000301057171, Swift-BIC: RZSBIT21103. Bancoposta: IBAN: IT66I0760111600000011724390, BIC/Swift: BPPIITRRXXX.